Valtrompia 2000, inaugurato il rinnovato centro sportivo Redaelli

Taglio del nastro
Taglio del nastro
- 39169 letture

Il Centro Sportivo Redaelli è ben più un "semplice" centro sportivo. Da decenni accoglie non solo l’AC Valtrompia (che sta disputando il suo 71° campionato e conta qualcosa come 250 tesserati), ma anche gli sportivi e, più in generale, la comunità di Gardone Val Trompia e dei Comuni limitrofi. Oggi, il Centro Sportivo Redaelli si è vestito di nuovo grazie ad un nuovo campo in erba, l’integrazione di un campo a sette e il deciso rinnovo della palazzina che ospiterà gli spogliatoi e non solo.

La ristrutturazione del nuovo campo in erba naturale è stato sostenuto economicamente dall’AC Valtrompia, mentre il Comune di Gardone Val Trompia, che ha concesso l’utilizzo del centro Redaelli per 15 anni all’AC Valtrompia, ha stanziato le risorse per le utenze e spese di manutenzione.

Il secondo lotto, che ha previsto la realizzazione del nuovo campo da calcio a 7 e la ristrutturazione dei vecchi spogliatoi, è un perfetto esempio di come pubblico e privato possono collaborare per il bene del territorio. Infatti, il secondo lotto ha ottenuto un finanziamento a fondo perduto dalla Regione Lombardia (progetto classificatosi al 7° posto sui 369 partecipanti) per la metà delle opere. L’altra metà è a carico del’AC Valtrompia che con responsabilità crede in un progetto di grande valore sportivo, sociale e culturale.

"Questo – ha commentato Tiberio Assisi, presidente dell’AC Valtrompia - è un polo aggregativo che incanala in un ambito sano e stimolante, come quello sportivo, tantissime energie. Mi riferisco a tutti i volontari che dedicano con passione il loro tempo e le loro capacità per garantire agli atleti di vivere appieno e in sicurezza lo sport ed alle famiglie dei piccoli atleti la serenità di affidare i propri figli ad un team, dentro e fuori il campo da gioco, che ha a cuore il loro benessere non solo fisico, ma anche sociale".

"Abbiamo sostenuto questo progetto – ha detto il sindaco di Gardone Val Trompia, Pierangelo Lancelotti – perché crediamo che lo sport sia un viatico per crescere in modo sano i nostri bambini e i nostri ragazzi. Se ciò avviene in collaborazione con una società seria come l’AC Valtrompia e tra Comuni capaci di far sistema come quello di Sarezza, allora i progetti hanno più forza e diventano un patrimonio per il territorio e la sua comunità".

Pareri unanimi e positivi anche da parte dell’assessore allo sport del Comune di Sarezzo Ruggero Gervasoni, e la vice presidente della Comunità Montana, Clara Ricci intervenuti in occasione dell’inaugurazione.

Dopo il tradizionale “taglio del nastro”, si è tenuta una patita inaugurale tra la prima squadra dell’AC Valtrompia e la formazione Berretti del Torino. Il match ha suggellato l’accordo tra la società Valtrumplina ed il Torino F.C con la sua Football Club Academy.

Grazie all’accordo, lo staff del Torino FC affiancherà il Valtrompia nell’attività di formazione, in particolarecondividendo le proprie esperienze e capacità organizzative, gestionali e di preparazione. E ancora, i proprimetodi didattici per migliorare l’attività della scuola calcio e la preparazione tanto dei tecnici quanto dei dirigenti.

Si ringrazia l'Ufficio Stampa dell'AC Valtrimpia 2000 per l'utilizzo del materiale.

Elia Soregaroli