Il Darfo Boario pareggia a Trento, la striscia positiva si allunga

Darfo Boario
Darfo Boario

Un pareggio per allungare la striscia positiva e continuare a respirare aria di alta classifica. Il Darfo Boario incerottato dagli infortuni, torna da Trento con un punto dopo uno zero a zero tutto sommato positivo. Oltre alle assenze di Muchetti, Filippi e Rizzi, mister Del Prato ha perso anche Bruno per infortunio a fine primo tempo: ma chi è sceso in campo ha guidato in porto la barca senza correre grossi rischi.

Dopo un minuto è Ferraglio dal limite a provare i riflessi a Petrisor che devia la conclusione sopra la traversa. All'11' ci prova Duravia ma la sua conclusione è deviata in angolo. Al 14' si vedono i neroverdi ma la conclusione di Lauricella è respinta d Calcagnotto. Ci prova anche Panatti al 24' ma la sua conclusione è debole e termina a lato. Brividi per la retroguardia di casa al 28': bello spunto di Lauricella che dal limite prova la conclusione ma la palla sfiora il palo alla sinistra di Scali. Prima del riposo Bruno lascia il campo per Martinazzoli.

Nella ripresa, la prima vera occasione da gol è sui piedi di Spampatti che, dopo otto minuti, si trova a tu per tu con Scali da posizione defilata ma calcia debolmente. Al 56' il Trento si vede con una punizione di Zucchinali: tiro forte ma centrale. Al 59' duello Lucenti-Zecchinato al limite: il difensore camuno cade per una gomitata e la palla arriva a Lella che segna ma l'arbitro annulla per il fallo commesso dal numero 19 gialloblu. Al 66' Zanardini ci prova con una conclusione dal limite e, al 78', tentativo di Martinazzoli con un tiro che termina abbondantemente alto.

Si ringrazia l'Ufficio Stampa del Darfo Boario per l'utilizzo del materiale.

Elia Soregaroli