Serie C: la crisi delle prime in classifica nei tre gironi

Serie C 2018
Serie C 2018

Il campionato di Serie C da sempre ci ha abituato a sorprese, ma anche a vittorie di campionato nette o a lotte serrate fino all'ultima giornata. Un esempio lampante è la sfida tra Alessandria e Cremonese terminata l'anno scorso all'ultima giornata a pari punti con i secondi in Serie B grazie agli scontri diretti. Mai come quest'anno però stiamo assistendo alla crisi delle prime in classifica in tutti e tre i gironi. Risultati che mancano e punti di vantaggio sfumati con il passare delle giornate. La crisi delle tre capolista in classifica inizia per tutte con il girone di ritorno.

Girone A. Il Livorno alla 21a giornata aveva ben 9 punti di vantaggio sulla diretta concorrente alla promozione che era ed è la Robur Siena. Nelle ultime 11 giornate però gli amaranto sono riusciti a conquistare solo 3 vittorie e si ritrovano, ad oggi, dopo il recupero delle gare rinviate, a dover inseguire a -1 in classifica. Ora l'ex capolista ha deciso per il ritiro per trovare concentrazione e cercare di non buttare via un campionato. Ciò che può consolare il Livorno è che ha una partita in meno giocata, sarà quindi necessario nel giorno di riposo del Siena portare a casa dei punti: in caso di arrivo alla 38a giornata con lo stesso punteggio, infatti, la squadra allenata da Foschi può contare sul vantaggio negli scontri diretti.

Girone B. Anche il Padova nelle ultime 11 giornate è riuscito a collezionare poche vittorie: ha battuto gli avversari, infatti, solo in 5 occasioni. La fortuna dei biancoscudati è che anche le inseguitrici non sono riuscite a fare meglio: ad oggi, infatti, rimangono comunque 8 i punti di vantaggio sulla seconda e la pratica promozione sembra doversi chiudere probabilmente in anticipo.

Girone C. Ben più complessa la situazione del girone meridionale. Il Lecce nelle ultime 11 giornate ha vinto solo 5 volte, crisi però che si accentua se stringiamo il cerchio a 8 giornate nelle quali la squadra di Liverani è uscita vincitrice solo in 2 occasioni. Dopo questi risultati non esaltanti anche i giallorossi hanno scelto la via del ritiro. Le inseguitrici, intanto, non sono di certo state a guardare: il Catania, dopo la debacle di Monopoli, ha messo a segno un filotto di 6 risultati utili consecutivi, mentre è ancora più impressionante il ruolino di marcia del Trapani che non perde una partita dal lontano 21 gennaio. Ora le 2 inseguitrici sono a -2 con una partita in meno giocata: si ritroveranno di fronte nello scontro diretto proprio nel giorno in cui i giallorossi riposeranno, sarà sicuramente una gara che potrà cambiare e decidere le sorti del campionato, ma prima ci sono altre due gare da giocare dove può ancora succedere di tutto.

Matteo Pagano